lunedì 30 maggio 2016

Ponza: campo antibracconaggio 2016


La tradizione del bracconaggio con le trappoline sembra non voler lasciare l'isola di Ponza, nonostante i controlli da parte dei volontari, delle guardie venatorie volontarie e del Corpo Forestale si siano fatti ormai estremamente intensi.
Gli orti e la macchia mediterranea della splendida isola sono infatti ancora utilizzati in primavera e autunno da alcuni ponzesi che non rinunciano a bracconare. Lungo alcuni sentieri i bracconieri tendono fili di nylon per controllare i nostri spostamenti . Le piccole trappoline a scatto, rese appetibili con camole della farina, sono situate sapientemente negli spazi aperti, spesso in punti inaccessibli a picco sul mare. Gli ormai rari migratori transahariani - usignoli, stiaccini, balie, codirossi, averle, cutrettole, pigliamosche - attratti dal movimento dell'insetto vi cadono dentro e muoiono numerosi.



filo di nylon lungo un sentiero
 Ormai da tre anni, durante la presenza dei volontari su Punta Incenso e Monte Guardia, si odono spari provenire dall'isola di Palmarola,  dove gruppi di cacciatori provenienti anche da Ponza nasconderebbero fucili. Lo scorso anno da un sopralluogo in questo stesso periodo, è stata rinvenuta la presenza di numerose "spiumate" delle specie:  tortora, upupa e gruccione, nonché  una rondine appena uccisa in un edificio aperto vicino al molo. Così, per un periodo di due settimane durante il picco della migrazione, due squadre del CABS hanno occupato quest'anno, la piccola disabitata isola mediterranea di Palmarola. I bracconieri spesso salpano dalla vicina isola di Ponza (presidiata dal campo LAC/CABS) per abbattere impunemente tortore e quaglie sull'isola vicina, oltre che per sistemare le odiose trappole a scatto per Codirosso, Culbianco e Stiaccino, senza timore di essere denunciati. La presenza delle due squadre CABS ha portato i risultati sperati. Dopo il primo presidio e la comunicazione delle osservazioni alla forestale, il NIPAF di Latina ha condotto un blitz in elicottero su Palmarola, denunciando due cacciatore sull'isola, insieme ai loro 3 fucili illegali, 71 caricatori di munizioni e 111 trappole a scatto! I media italiani hanno riferito ampiamente sul CABS e l' "occupazione" dell'isola. Il sindaco di Ponza Vigorelli ha "ringraziato" il CABS per l'eccellente operazione denunciando i quattro volontari per campeggio abusivo sull'isola dei bracconieri....

0 commenti:

 

Associazione Terranomala - InformAzione Diretta per la Liberazione Animale. Copyright 2009 All Rights Reserved Free Wordpress Themes by Brian Gardner Free Blogger Templates presents HD TV Watch Shows Online. Unblock through myspace proxy unblock, Songs by Christian Guitar Chords